Calanque de Sougiton – Grande Candelle – Arête de Marseille

Arête de Marseille - Grande Candelle

L’Arête de Marseille è un’arrampicata sul filo di cresta tra roccia, cielo e mare. La via è celebre per “le pas de l’ange” di Rebuffat, che con un balzo saltava dal primo gendarme sulla cresta.

Zona: Cassis, Calanque de Sougiton

Sviluppo arrampicata: 190 metri

Apritori: J. Laurent, H. e M. Paillon, E. Wyss nel 1927

Tipo di apertura: dal basso con chiodi tradizionali

Esposizione: ovest

Protezioni: fix, resinati, chiodi tradizionali 

Difficoltà: 6a, 5c obbl. 

Note: la via ha alcuni passaggi molto patinati soprattutto sul primo tiro

Equipaggiamento: normale da arrampicata, qualche friends utile per integrare la chiodatura

Accesso: raggiungere il parcheggio della Facoltà Universitaria di Luminy

Avvicinamento: seguire una strada sterrata che porta al Col de Sougiton. Continuare a mezza costa su strada passando il settore di scalata di Virage, poi abbandonare la pista e prendere un sentiero a sinistra. Dopo qualche tornante, giunti in un falso piano, seguire una traccia a mezza costa verso destra che passa sotto il Promontoire des Americains e la Cathédrale. Risalire il Couloire de Candelon con passi di I grado (pericolo caduta di sassi) fino a raggiungere una traccia segnata in nero che esce verso destra ed in breve porta alla partenza della cresta. Ore 1,15

Relazione

L1: salire il diedro canale tra il gendarme e la cresta vera e propria superando un bombamento molto patinato 6a, proseguire sulla sinistra fino ad una sosta poco più bassa della punta del gendarme, sosta su resinati, 40 m (per chi intenda salire questa via con corde più corte è possibile una sosta a circa metà tiro)

L2: scendere qualche metro e con un’ampia spettacolare spaccata raggiungere la cresta 5a, salire un muro fino ad un terrazzino 4c, poi muretto strapiombante 5c, proseguire più facilmente fino alla sosta sul lato destro della cresta, sosta su resinati, 30 m

L3: salire un pilastro e seguire il lo spigolo verticale ed esposto 4c, sosta su resinati, 30 m

L4: seguire la cresta superando una placca 5a, poi proseguire sul filo di cresta più appoggiato 4c, sosta su resinati, 30 m

L5: seguire la cresta 5a, sosta su resinati con catena, 30 m

L6: breve muro sulla destra 5a, sosta su resinati, 10 m

L7: seguire la cresta con facili risalti 3, sosta su spuntone, 30 m

Discesa: spostarsi verso est circa 50 m su terreno esposto, reperire una sosta su catena. Affrontare una calata da 30 m sul versante nord. Seguire il sentiero che in breve porta alla base del Candellon, dove si raggiunge il tracciato del GR che riporta al Col de Sougiton e successivamente per strada sterrata a Luminy. Ore 1,15.

Foto-relazione

LINK ESTERNI:

Conosci già le Alpi Biellesi? Visita il nostro sito gemello www.montagnabiellese.com, troverai le relazioni di arrampicata, alpinismo invernale, trekking, ferrate, scialpinismo e cascate di ghiaccio sulle Montagne Biellesi

– Per le relazioni di arrampicata in Alta Valle d’Aosta e Monte Bianco, Bassa Valle d’Aosta, Canavese e Valle dell’Orco visita il nostro sito gemello www.vielunghevalledaosta.com

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di vielunghefinale.com. Consulta la nostra Privacy Policy.