Calanque d’En Vau – Voie de la Calanque

Calanque d'En Vau - Voie de la Calanque

Nel cuore di En Vau, una classicissima dalle difficoltà contenute, purtroppo lisciata dai numerosi passaggi.

Zona: Cassis, Calanque d’En Vau

Sviluppo arrampicata: 120 metri

Apritori: Roger Roulet e Roger Reynaud nel 1948

Tipo di apertura: dal basso con chiodi tradizionali

Esposizione: nord-est

Protezioni: fix inox

Difficoltà: 5b, 5b obbl. 

Note: primo e quinto tiro molto levigati

Equipaggiamento: normale da arrampicata, friends utili per integrare le protezioni

Accesso:da Cassis imboccare la strada per Marsiglia, giunti all’ingresso del poligono di Carpiage imboccare una stradina a sinistra che porta al Parking de la Gardiole

Avvicinamento: seguire la strada sterrata che porta alla Maison Forestiere e successivamente scende per pista lungo il Vallone d’En Vau. Raggiungere la spiaggia, quindi prendere una cengia sul lato destro guardando il mare: seguire la cengia per circa 50 m, poi ad un bivio salire una traccia nella vegetazione con facili risalti di I grado raggiungendo la Vire de Grand Rappel. Proseguire quindi lungo la cengia con passaggi esposti  di I e II grado. È consigliabile procedere a corda corta proteggendosi sui numerosi ancoraggi. Aggirare l’Eperon des Americains, superare una sosta sullo spigolo omonimo, e continuare lungo la cengia fino ad un couloir, proseguire circa 50 metri in un tratto con vegetazione fino al diedro dove attacca la via, punto in cui la cengia prosegue con un gradone in corrispondenza di un albero proprio sotto al diedro. Ore 1,20.

Relazione

L1: salire il diedro molto levigato 5a, da cui si esce verso sinistra 4a, sosta su spuntone sotto ad un albero morto, 30 m

L2: andare a sinistra per cengia, superare una placca grigia (nut incastrato) quindi proseguire in orizzontale a sinistra fino a raggiungere il filo dello spigolo, 4a, sosta su vecchio chiodone cementato, 20 m

L3: salire direttamente con arrampicata elegante 4c, salire in un diedro in cui è presente un cordone 4c, uscire sullo spigolo a sinistra e con ultimo muretto giungere al terrazzino di sosta 4b, sosta su 1 fix e 1 resinato, 30 m

L4: salire lungo una lama staccata verso sinistra 4a, superare una placca compatta 5a, affrontare il passaggio sulla destra del fix, quindi spostarsi a sinistra verso la sosta su cengia 5a, sosta su un chiodo cementato e un fix, 25 m

L5: salire la fessura molto levigata verticalmente ed uscire a destra da una scaglia staccata 5b, sosta su 2 fix, 25 m

L6: facile diedro 2, sosta su radice, 10 m

Discesa: salire per una traccia verso sinistra, superare un facile risalto e raggiungere la sommità del Plateau de Castelvieil, seguire il sentiero con ometti in direzione ovest. Scendere per traccia tra la vegetazione con facili risalti I grado, oltrepassare un arco di roccia e raggiungere un terrazzo con un grande albero ove è presente una sosta su fix con catena e anello di calata. Calarsi in doppia 20 m fino a raggiungere una cengia con traccia, salire un piccolo muretto e raggiungere Le Trou du Canon. Scendere ancora facili rocce e seguire la traccia fino al fondo del vallone. Ore 0,40.

Foto-relazione

LINK ESTERNI:

Conosci già le Alpi Biellesi? Visita il nostro sito gemello www.montagnabiellese.com, troverai le relazioni di arrampicata, alpinismo invernale, trekking, ferrate, scialpinismo e cascate di ghiaccio sulle Montagne Biellesi

– Per le relazioni di arrampicata in Alta Valle d’Aosta e Monte Bianco, Bassa Valle d’Aosta, Canavese e Valle dell’Orco visita il nostro sito gemello www.vielunghevalledaosta.com

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di vielunghefinale.com. Consulta la nostra Privacy Policy.