Bric del Frate, Tre Frati e Grotta dell’Edera

Bric del Frate, Tre Frati, Grotta dell'Edera

Trek spot climb di media difficoltà, unisce tre brevi vie passando per un territorio tipico della montagna finalese.

Mappa del percorso

Open Street Map: https://www.openstreetmap.org/copyright

Descrizione dell'itinerario

Accesso: da Final Borgo prendere la strada per Calice, dopo circa 2 km svoltare a destra in direzione di Perti, Castel Govone e la Chiesa dei Cinque Campanili. Seguire la strada stretta fino al parcheggio Perti Nord “i Cianassi”, pochi posti.

Tempo di percorrenza totale: ore 6

Percorso: seguire la strada sterrata che porta alla borgata poco oltre una cappella prendere il sentiero verso destra contrassegnato con il segnavia con due pallini rossi pieni, attraversare un rio solitamente secco e andare a sinistra verso i prati di Pian Marino.

Ad un bivio con segnavia croce rossa, seguire ancora circa 150 metri a sinistra e reperire una traccia che sale un po’ verso destra poi aggira la montagna e con breve risalita su strada di cava porta alla base della parete nord del Bric del Frate.

Qui parte la Via Francesca, 4 tiri brevi, V+, A1. 

Raggiunta la cima del Bric del Frate si scende nel versante opposto fino ad un sentiero nei pressi di una cava, contrassegnato dal segnavia con un + rosso.

Seguire il sentiero verso sinistra giunti ad un belvedere proseguire fino ad un bivio dove si tiene la destra seguendo il segnavia 2 rombi rossi, che attraverso un bosco magico porta in una valle con muri a secco che degrada verso est, raggiungendo il sentiero che sale da Ca’ d’Alice, contrassegnato dal segnavia tre bolli rossi.

Seguire quest’ultimo verso sinistra per circa 100 m, raggiungendo così I Tre Frati. Scendere brevemente nei pressi di una grotta e giungere così alla partenza del Frate Maggiore (il più caratteristico), che si sale per la Via Mitternacht (monotiro 20 m, 6a+, 6a obbl. calata attrezzata dalla cima).

Successivamente si può risalire al sentiero per la via Take It Easy al Frate Minore (monotiro 5c, 15 m).

Seguire ora il sentiero a ritroso, al bivio tenere la sinistra: passare sotto al Pilastro Re del Bric Scimarco, poco dopo raggiungere un colletto, a sinistra in 5 minuti si può visitare il Castrum romano e la chiesetta di Sant’Antonino.

Dal colle scendere circa 50 metri e prendere il sentiero a destra che in breve porta alla partenza della Via Capriccio Diagonale, posta circa 50 metri dopo l’ ingresso della Grotta dell’Edera, resinato visibile e scritta nera in parte cancellata.

Dopo aver salito la via ed esser ridiscesi come da relazione, usciti dalla grotta seguire il sentiero che riporta alla partenza. Successivamente si passa alla base delle pareti di Monte Sordo e del Pilastro di Mu, ed in breve si  ritorna al parcheggio “I Cianassi”.

LINK ESTERNI:

Conosci già le Alpi Biellesi? Visita il nostro sito gemello www.montagnabiellese.com, troverai le relazioni di arrampicata, alpinismo invernale, trekking, ferrate, scialpinismo e cascate di ghiaccio sulle Montagne Biellesi

– Per le relazioni di arrampicata in Alta Valle d’Aosta e Monte Bianco, Bassa Valle d’Aosta, Canavese e Valle dell’Orco visita il nostro sito gemello www.vielunghevalledaosta.com

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di vielunghefinale.com. Consulta la nostra Privacy Policy.

error: