Rocce dell’Orera – Settore Sinistro

Rocce dell'Orera - Circuito dell'Orera nel Settore Sinistro

Il Circuito del Settore Sinistro delle Rocce dell’Orera è un interessante anello che ci permette di percorrere concatenandole alcune piacevoli e brevi arrampicate sulle bellissime Rocce dell’Orera, proprio sopra all’abitato di Finalborgo.

Dafne su L3 di Razza Bastarda

Zona: Rocce dell’Orera

Sviluppo arrampicata: totale 150 metri

Apritori: ?

Tipo di apertura: dal basso per le vie Fanni e Desfa, Zanzibar, Razza Bastarda, dall’alto per la Via Fuoco

Esposizione: nord

Protezioni: resinati 

Difficoltà: varia per le singole vie, grado max 6a, 5c obbl.

Note: un percorso vario e piacevole, ottimamente attrezzato ed in luogo ameno e solitario

Equipaggiamento: normale da arrampicata

Accesso: da Finalborgo salire verso Gorra e poi proseguire verso Borgio – Verezzi, parcheggiare alla Borgata Crosa di Verezzi

Avvicinamento: si segue Via Chiesa, che attraversa la bellissima borgata e sale alla Chiesa di San Martino, superarla e scendere costeggiando sulla destra il cimitero. Proseguire su sentiero ciottolato, ignorare un primo bivio e proseguire ancora una decina di metri fino a trovare un ometto che indica il sentiero a sinistra che si segue. In breve si raggiunge una radura da cui si vede la valle,  prendere a destra e scendere costeggiando la parete. Qui siamo nel settore destro dell’Orera, dove sono presenti alcuni monotiri ed un paio di vie lunghe. Proseguire fino ad aggirare un primo sperone con due vie di arrampicata, continuare ancora lungo il sentiero per raggiungere una piccola bastionata nel punto più basso del settore sinistro dove parte la Via Fuoco.

Relazione

Via Fuoco

L1 della Via Fuoco
L1: salire lungo belle pance verdastre con passi fisici ben ammanigliati, 6a, superare una cengia obliqua vegetata, quindi ancora un passo fisico, 6a, quindi raggiungere la sosta su 2 resinati, 20 m
L2: salire lungo bella placca a buchi, 5c, poi placca compatta più abbattuta, 4c, sosta su 2 resinati, 15 m
Da questo punto ci si sposta a sinistra circa 40 metri fino al margine sinistro della falesia

Via Zanzibar

L1: salire la bella placca a buchi, 5a, poi più facile 4a, sosta su 2 resinati o sosta con catena, 20 m
L2: salire il muretto lavorato, 5b, proseguire più facilmente, 5a, poi tratto appoggiato, 4a, sosta con catena, 15 m
Discesa: 2 calate da 20 m

Via Fanni e Desfa

Gianni sul bellissimo diedro di L2 della Via Fanni e Desfa
Parte circa 10 metri a destra della Via Zanzibar
L1: salire la placca lavorata, 4a, superare un dietro che obliqua verso sinistra, 5b, traversare a sinistra, 5a, sosta su 2 resinati con catena, 20 m
L2: salire il bellissimo diedro, 5b quindi 4a, sosta su 2 resinati da collegare, 15 m
Discesa: 1 calata da 30 m

Via Razza Bastarda

Parte circa 15 m a destra della Via Fanni e Desfa poco oltre il monotiro Donne Crave e Oche (6a)
L1: salire per facili placche, 4a, successivamente affrontare un diedro appoggiato verso destra, 4c, poi tornare a sinistra, sosta su 3 resinati con catena, 25 m
L2: salire un diedro fessurato, poi traversare decisamente verso destra, 4a, sosta su 2 resinati, 6 m
L3: salire lungo un canale lavorato, 4a, sosta su 2 resinati, 10 m
 
Discesa: dall’uscita della via costeggiare la parete scendendo verso sinistra faccia a monte per circa 100 m, quindi ad un bivio piegare a destra per tracce fino a raggiungere un sentiero ciottolato segnato con tre pallini rossi. Seguirlo a destra giungendo al bivio percorso in avvicinamento, da cui in breve alla Borgata Crosa
Il bel traverso di Razza Bastarda

Foto-relazione (in lavorazione)

LINK INTERNI:

– Vedi anche Rocce dell’Orera – Settore Destro (in lavorazione)

LINK ESTERNI:

Conosci già le Alpi Biellesi? Visita il nostro sito gemello www.montagnabiellese.com, troverai le relazioni di arrampicata, alpinismo invernale, trekking, ferrate, scialpinismo e cascate di ghiaccio sulle Montagne Biellesi

– Per le relazioni di arrampicata in Alta Valle d’Aosta e Monte Bianco, Bassa Valle d’Aosta, Canavese e Valle dell’Orco visita il nostro sito gemello www.vielunghevalledaosta.com

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di vielunghefinale.com. Consulta la nostra Privacy Policy.