Rocca degli Uccelli – Spigolo Nord-Est

Rocca Degli Uccelli - Spigolo Nord-Est

Itinerario inizialmente molto invaso dalla vegetazione, adesso con l’apertura di alcune piccole varianti è stato reso più interessante ed in buona parte ripulito.

Zona: Vezzi Portio

Sviluppo arrampicata: 150 metri

Apritori: G. Derchi, G.P. e M. Di Clemente, P. Mainardi, G.L. Vaccari il 9.11.1971, Gianni e Lorenzo Lanza per la variante d’uscita

Tipo di apertura: dal basso con chiodi tradizionali, fix per la variante

Esposizione: nord

Protezioni: clessidre,  chiodi tradizionali, fix  

Difficoltà: V+, V obbl.

Note: la parete è soggetta a restrizioni, si può arrampicare solo da inizio agosto a inizio dicembre

Equipaggiamento: normale da arrampicata, qualche fettuccia, qualche kevlar, può essere utile qualche friends piccolo fino al viola BD

Accesso: dal casello di Finale raggiungere l’Aurelia e proseguire verso Final Pia, poi seguire per Calvisio. Percorrere la valle in direzione di Vezzi Portio, ad un certo punto già in vista della parete prendere una strada a destra per Borgata Rocca: quando la strada diviene sterrata proseguire ancora per circa 50 metri e parcheggiare in uno slargo nei pressi di un tornante.

Avvicinamento: lo Sperone Nord-Est attacca proprio in corrispondenza del tornante dove si parcheggia, visibile un cordone in una clessidra

Relazione

L1: attaccare un diedro V, salirlo e andare circa 3 metri a destra su cengia con edera, salire un grande diedro canale da cui si esce a sinistra, V+, sosta su alberi, 30 m, attenzione al tiraggio delle corde

L2: passare sotto ad un albero, salire un muretto e poi attraversare una placca grigia verso destra, V,  poi per parete, IV, si giunge ad una cengia con alberi, sosta su albero, 20 m

L3: salire un diedrino e raggiungere la cima di un pilastrino, proseguire per fessure, IV, fino ad un terrazzino erboso sosta su 2 fix e clessidra, 20 m

L4: salire una fessura, V, andare verso la base del diedro, IV+, che si sale sfruttando soprattutto la faccia destra, V, usciti dal diedro superare una breve parete friabile a destra, V+, un cordone che pende da un alberello aiuta l’uscita su terreno instabile, sosta su albero, 30 m

L5 variante Lanza: salire una placca, V+, poi traversare a destra, V, aggirare uno spigolo con passaggio delicato, V+, quindi seguire lo spigolo molto esposto, IV+, sosta su 3 fix, 30 m

L6 variante Lanza: una breve placca, IV, porta alla cima, sosta su albero, 10 m.

Discesa: dall’uscita attraversare in orizzontale una pietraia della ex cava per circa 50 metri fino a raggiungere un sentiero e poi una sterrata che in breve riporta all’auto, 15 minuti.

Foto-relazione

LINK ESTERNI:

Conosci già le Alpi Biellesi? Visita il nostro sito gemello www.montagnabiellese.com, troverai le relazioni di arrampicata, alpinismo invernale, trekking, ferrate, scialpinismo e cascate di ghiaccio sulle Montagne Biellesi

– Per le relazioni di arrampicata in Alta Valle d’Aosta e Monte Bianco, Bassa Valle d’Aosta, Canavese e Valle dell’Orco visita il nostro sito gemello www.vielunghevalledaosta.com

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di vielunghefinale.com. Consulta la nostra Privacy Policy.